Viaggiare da soli vol. 3: precauzioni per una vacanza in sicurezza

fare un viaggio da solo è una sensazione bellissima

Nel nostro mondo “social” viaggiare da soli è considerata una stravaganza, tipica dei lupi solitari e dei sociopatici. A detta di alcuni, le vacanze in solitaria sarebbero men che un’illusione perché nel fare un viaggio da solo, anche se si privi di un accompagnamento “fisico”, si rimane comunque iperconnessi ad amici e parenti con social, sms, skype, ecc.

Viaggiare da soli possiede però una funzione catartica perché ci permette di ricalibrare il nostro contatto con il prossimo, centellinando i nostri accessi al mondo social per concentrarsi sul mondo a portata di mano.

Rimani connesso

durante i viaggi da soli bisogna rimanere connessi

La possibilità di ricorrere al supporto morale e tecnico di qualcuno lontano diventa un punto di forza quando, durante le nostre vacanze da soli, c’imbattiamo in avversità e scoramenti vari. Ecco perché per viaggiare da soli in sicurezza è sempre opportuno mantenere aperti “i ponti radio” con la base.

I giorni trascorsi senza smartphone sembrano quasi surreali ormai. Prima di chiuderti la porta alle spalle per fare un viaggio da solo cerca di scoprire se il tuo operatore mobile prevede il roaming nelle zone che hai scelto di visitare.

Nel caso in cui il roaming non fosse disponibile o i costi si rivelassero proibitivi potresti affittare un telefono una volta arrivato o acquistare una SIM internazionale: conservare una linea di comunicazione è fondamentale se scegli di fare un viaggio da solo.

Condividi il tuo itinerario

condividere l'itinerario se si vuole viaggiare da soli

Tieni informati gli altri sui tuoi spostamenti, che siano amici, famiglia o il receptionist del tuo hotel. Quando ci si trova a viaggiare da soli, specialmente se si attraversano zone selvagge, è sempre opportuno attenersi a un itinerario preciso che indichi tempi e percorsi. Se per qualche ragione dovessi incontrare dei problemi e tardare, qualcuno finirebbe per accorgersene e inviare soccorsi in tempi rapidi .

Salvaguarda i tuoi valori

se desideri viaggiare da solo ricordati di salvaguardare i tuoi valori

Per “valori” non intendo soltanto soldi e gioielli, ma anche i documenti di viaggio necessari al rimpatrio. Fare un viaggio da solo significa avere gli occhi anche sulla schiena. Talvolta, però, anche quelli non bastano a fermare un abile borseggiatore. Come evitare di rimanere senza soldi e documenti in terra straniera?

  • Conserva parte del contante e delle carte di credito nel portafoglio, a portata di mano. La restante parte può essere nascosta in alcune tasche interne.
  • Quando sei in giro, porta con te una copia del passaporto e lascia l’originale chiuso nella cassaforte della camera. Viaggiare da soli impone alcune cautele: perché non consegni una copia del passaporto anche ai familiari rimasti a casa?
  • Durante le fasi di spostamento conserva il passaporto in un luogo separato dal contante e dalle carte di credito.

Studia la tua meta

viaggiare da soli significa anche studiare gli usi locali

Se desideri fare un viaggio da solo, che tu sia uomo o donna, preparati a incamerare informazioni in anticipo per poi arricchirle con la ricerca sul campo:

  • Studia in anticipo le usanze e i costumi delle terre che visiterai, riservando una particolare attenzione all’argomento “vestiario”. In caso di dubbi, copriti.
  • Le eccessive attenzioni maschili potrebbero rivelarsi un problema per le appartenenti al “gentil sesso”. All’argomento verrà dedicato un futuro articolo.
  • Impara le pratiche di sicurezza in vigore sui mezzi pubblici.
  • Intervista gli autoctoni e scopri quali quartieri è meglio evitare, specialmente nelle ore notturne.
  • Memorizza il numero locale per le emergenze.

Fortifica il tuo alloggio

un fortino è essenziale se si desidera viaggiare da soli

Indipendentemente dalla meta della tua vacanza (trovi alcune idee qui e qui), eccoti alcune precauzioni per viaggiare da soli in tutta serenità:

  • Tieni la porta della tua stanza chiusa a chiave, possibilmente sfruttando il fermo o la catenella.
  • Prova ad accaparrarti una stanza che non sia isolata: scegline una vicina alla reception o agli ascensori.
  • Evita i piani terra, specialmente quando è possibile entrare dalla finestra.
  • Bussano alla porta ma non aspetti nessuno? Semplice: non rispondere.

Procurati l’attrezzatura adatta

con l'attrezzatura adatta si può viaggiare da soli in tutta serenità

“Quando l’uomo col fucile incontra l’uomo con la pistola, l’uomo con la pistola è un uomo morto”: il modo migliore per affrontare le avversità in viaggio è armarsi in maniera totale. Eccoti un breve elenco delle attrezzature che potrebbero tirarti fuori dai guai quando ti trovi a viaggiare da solo. Lascia che i guai vengano a te:

  • Uzi: vuoi il mio oro? Eccoti un po’ di piombo.
  • Nuclear football: ottimo per esportare democrazia nei paesi meno sensibili.
  • Spadino da corrida: gli animali selvatici possono diventare una scocciatura, eliminali con stile.
  • Obice: una frana ostruisce il tuo passaggio? La montagna non ha capito chi è il capo.
  • Durlindana: lo strumento perfetto per abbattere minacce sovrannaturali.

Salvaguarda la tua salute

una dose di farmaci per quando si viaggia da soli

Forse un suggerimento un po’ scontato, ma val la pena ribadirlo: viaggiare da soli in una zona sconosciuta e contrarre una malattia, anche la più banale, può diventare un’esperienza demoralizzante. Chiedi e chiediti sempre:

  • Acqua e cibo sono sicuri? Sono sterilizzati, ben cotti, esenti da dissenteria ecc.?
  • E’ possibile imbattersi in animali potenzialmente pericolosi, come serpenti o ragni?
  • Posso buscarmi la malaria e altre amenità dalle zanzare?
  • L’autista che mi accompagna in lungo e in largo mi è stato raccomandato? Magari ha ricevuto delle buone votazioni sulle app dedicate?

In ogni caso, se vuoi fare un viaggio da solo, preparati a impacchettare medicine e prescrizioni in abbondanza: bada che i farmaci riportino il nome generico invece che quello della casa produttrice, qualora servisse comprarne altri in loco.

Tieni gli occhi aperti

stare allerta è necessario se vuoi fare un viaggio da solo

Viaggiare da soli non significa barricarsi in camera per spiare il corridoio dallo spioncino. Spalanca quella porta e tuffati in territori sconosciuti, lasciandoti abbracciare da un’esperienza senza filtri. Ricordati però di non lasciare il buon senso in camera: contempla il panorama, goditi i profumi e le atmosfere dei luoghi ma tieni gli occhi aperti.

Questo è sicuramente il consiglio più importante per chi sceglie di fare un viaggio da solo.

Annunci

6 Comments

  1. Una vacanza da soli, pur connessi con lo smartphone, è comunque una roba non per tutti.

    L’unica cagata è il paragrafo: “Procurati l’attrezzatura adatta”.
    Uno spray al peperoncino e/o un coltello sarebbe stato un consiglio un po’ più serio (poco compatibile con gli aerei, però)..

    Liked by 1 persona

  2. Ciao Marco, grazie per il tuo commento!
    In realtà avere uno smartphone quando si è in vacanza da soli all’estero può tornare utile: i costi del roaming in Europa sono stati abbattuti, per il resto del mondo esistono opzioni e offerte degli operatori abbastanza abbordabili.
    Sull’attrezzatura la vediamo un po’ diversamente: non credo sia semplice liberare un sentiero da una frana con spray e coltellino. Magari con molta pazienza. A presto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...