Comunicazione di servizio

Caro amico,

Cara amica,

ti scrivo mentre un macigno (metaforico) preme sul mio petto e, a mala pena, batto affranto sull’acre tastiera dell’esistenza. Ampi e scuri nembi si accumulavano sul capo sparuto mentre io, ultima penna del regno, ti guidavo lungo le vie di questa vita che, come amava ripetere il Petrelli, è ” sì qual fiele amara, dell’amarezza di cui pascesi il tonno feroce”.

Che un’ombra gravasse sul nostro comune percorso era già chiaro ai compagni miei più attenti che, con occhi penetranti e sguardo limpido, hanno imparato a leggere il fremito nella mia penna e il vibrato del mio cuore.

Ecco perché, nel nome del vincolo di fiducia che ci unisce, credo sia ormai giusto confessarti con semplicità e candore quanto incerto si dipani il futuro

perché

ho aperto dei profili social vi prego iscrivetevi tutti e spammate brutalmente che sono povero e non posso permettermi la promozione a pagamento.

http://www.facebook.com/guidallavita/

twitter.com/guidallavita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...