Come fare una colazione sana – vol. 4

i piaceri della colazione ideale

La canicola estiva è nemica della corretta nutrizione: la scienza ha dimostrato che è impossibile ragionare su come fare una colazione sana quando la temperatura percepita supera i 32 gradi Celsius, cioè quando più servirebbe acclarare cosa mangiare a colazione per sentirsi in forma senza ingrassare. Fortunatamente, giunge in tuo soccorso questa serie di articoli dedicati alla colazione ideale, che spiegano non solo quali siano i nutrienti di una colazione salutare (qui e qui) ma svelano anche piccoli trucchi pratici per approntare al meglio la cucina in vista della colazione.

Come già approfonditamente discusso nel precedente post, prima di domandarsi come fare una colazione sana, occorre scoprire come “preparare” una colazione sana, ossia come mettersi nella condizione di poter gestire un pasto importante in un momento – il mattino – in cui il tempo decisamente scarseggia.

la mise en place per una colazione ideale

Hai mai notato come i grandi chef – che preparino una colazione salutare, una cena romantica o un pranzo leggero – siano sempre attentissimi all’organizzazione e alla pulizia dei fornelli? Uno dei segreti dell’alta cucina consiste nell’ottimizzare il luogo di lavoro in funzione dei risultati e della questione cronometrica. In soldoni: è inutile sapere come fare una colazione sana se poi non si è in grado di farle lasciare i fornelli al mattino, quando c’è il bus da acchiappare e lo spettro della campanella all’orizzonte.

Se mi chiedessero come fare una colazione sana, la mia prima risposta sarebbe: utilizzando ingredienti sani. E’ inutile figurarsi una colazione dietetica a base di quinoa se poi, arrivati al momento fatale, la quinoa in questione latita e bisogna ripiegare sul latte e cerali. Il primo passo verso una colazione salutare, quindi, consiste nel pianificare dettagliatamente cosa cucinare ogni mattina, approntando un prospetto scritto che serva da guida durante tutta la setttimana. Riserva una parte della domenica sera all’organizzazione delle colazioni dei successivi sette giorni, scegliendo le ricette in funzione del carico di lavoro della giornata: una colazione proteica per iniziare i giorni in cui prevedi di allenarti, una colazione dietetica per le giornate più tranquille. A partire dalla ricetta potrai estrapolare gli ingredienti, calcolando le quantità necessarie per la settimana: fai un salto al supermercato e recupera tutto il necessario per non rimanere a digiuno.

come-fare-una-colazione-sana-lista.jpg

Il “come” è una componente fondamentale della questione come fare una colazione sana. Hai mai visto uno chef stellato scolare gli gnocchi? O tritare il prezzemolo con un coltello da pesce? No, ovviamente, perché le loro cucine sono attrezzatissime, ossia hanno gli strumenti adeguati a svolgere compiti specifici. La tua cucina è forse da meno? In realtà sì, ma forse è possibile investire sull’aggiornamento delle attrezzature, specialmente se conti di cucinare tante colazioni salutari per te, famiglia, amici, conoscenti e beneauguranti. Non temere però, gli utensili necessari per preparare la tua colazione ideale sono pochi e poco costosi.

  • Piccola padella anti-aderente: fondamentale per compiti semplici, come strapazzare le uova. Ma poi, siamo seri, chi non ha almeno un padellino nello stipo della cucina?
  • Tostapane: un altro elemento molto diffuso nelle cucine italiane, permette di scaldare e rendere croccanti alcune pietanze, come il pane o gli english muffin.
  • Crock pot: questa meravigliosa macchinetta è la migliore amica del colazionista professionale. Il prezzo non è eccessivo e ti permette di iniziare la preparazione della pappa d’avena la sera per averla calda e gustosa il mattino seguente.

 

Scorrendo i canali della TV, non è difficile scovare un cuoco navigato che raglia con veemenza all’indirizzo di uno sguattero da cucina: una volta su due, la ragione della sgridata è un errore nella mise en place, cioè nella predisposizione del piano di lavoro. Chi è interessato a fare una colazione sana non può prescindere dall’avere fornelli ordinati: quando si cucina sul filo dei minuti, come al mattino, diventa imperativo sapere dove si trovano gli ingredienti e gli strumenti.

  • Inizia a preparare una ricetta alla volta: eviterai di confonderti, mischiando ingredienti per preparati diversi.
  • Tira fuori tutti gli ingredienti che ti occorreranno durante la preparazione e disponili ordinatamente sul piano di lavoro.
  • Stessa cosa vale per gli strumenti del mestiere: estraili dalle loro confezioni in anticipo, così da averli a portata di mano alla bisogna.

la mise en place è uno dei segreti da conoscere per coloro che ambiscono a scoprire come fare una colazione sana

Fare una colazione sana richiede certamente una buona dose di impegno – troppo impegno, per le pallide anime cresciute schiave del pret-à-manger. Anche questi esseri privi di midollo, però, hanno diritto ad una colazione salutare, così da pascere quei loro ventri vuoti e sterili. A costoro, l’antica arte alchemica consiglia di rivolgersi all’aiuto dell’homunculus, servo fedele e indistruttibile, sempre pronto a soddisfare le necessità del pigro padrone. Correttamente addestrato, l’homunculus potrà imbandire ricche libagioni mattutine mentre il suo signore ancora giace prono, preda di Morfeo. La procedura per la creazione della creaturina viene descritta nel bestseller di Theophrasstus Von Hohenheim, per gli amici Paracelso:

  1. Sigillare ermeticamente seme umano in una provetta
  2. Magnetizzarlo
  3. Lasciarlo imputridire nello sterco equino
  4. Attendere quaranta giorni o finché il composto non diventa vivo e mobile
  5. Nutrire la creatura con lo “arcano del sangue umano”, reperibile al banco frigo o fresco in salumeria
  6. Ricordare di mantenere la creatura immersa tra i calori e i fumi del letame di cavallo.

l'homunculus aiuta a preparare una colazione ideale

Una volta sviluppata, l’orribile bestiolina risponderà con dedizione subumana alle domande dell’empio padrone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...