Giochi all’aperto per bambini: come divertirsi all’aria aperta senza spendere troppo

i ragazzi amano i giochi all'aperto

Tra gli incubi ricorrenti di animatori, babysitter e genitori di tutto il globo figurano spesso i giochi all’aperto: i bambini si annoiano, si fanno male, piangono, si esagitano, diventano incontrollabili o, nella migliore delle ipotesi, distruggono quel castello in PVC appena assemblato in cui hai versato la metà del tuo ultimo stipendio.

Eppure – i pedagoghi concordano – i giochi all’aria aperta sono fondamentali per lo sviluppo psicomotorio dei bambini dai 3 ai 10. Ne traggono giovamento anche i ragazzi più maturi, che spesso trascorrono intere giornate chini suoi videogiochi. I giochi all’aperto migliorano la coordinazione dei movimenti e la visione ambientale, incentivano la socializzazione e al collaborazione e, soprattutto, servono a spompare i più piccoli, regalandoti una serata di relax.

consigli per giochi all'aria aperta low cost

Con l’arrivo della primavera le occasioni per organizzare giochi all’aperto si moltiplicano: i tuoi bambini saranno felici di scorazzare al parco, o di condividere il giardino di casa con gli amichetti. Quale occasione migliore per una batteria di giochi a squadre?

Se poi stai progettando di trasformare uno dei tanti ponti primaverili in una scampagnata fuori città, non dimenticare di dedicare qualche ora al sollazzo dei più piccoli: i giochi all’aria aperta, specialmente se l’aria è pulita, sono il modo migliore per trascorrere del tempo piacevole con i bimbi.

T’illustrerò a seguire alcuni giochi all’aperto per bambini: li ho selezioni perché provengono da diversi paesi del mondo. Si tratta di attività a costo zero, o quasi, che non richiedono particolare preparazione.

Corsa coi sacchi

Il classico dei classici. La corsa coi sacchi è vecchia quanto l’uomo e non è facile rintracciare le sue origini storiche: sebbene sia una disciplina buffa e spesso sgraziata, lela corsa coi sacchi è il più antico tra i giochi all'aperto per ragazzi Olimpiadi del 1904 ospitarono una competizione di corsa coi sacchi.

La tradizione vuole che si calzino sacchi di tela fin sulla vita e, al segnale dell’arbitro, si scatti in avanti zompando a più non posso. Lo scopo è tagliare per primi (e tutti interi) il traguardo.

Ormai è diventato quasi impossibile reperire sacchi di tela abbastanza capienti: puoi provare a rivolgerti alle torrefazioni. Alcuni suggeriscono di ricorrere a copricuscini XL, specialmente se i concorrenti sono di piccola taglia.

La coda del dragone

La millenaria tradizione cinese ci tramanda un gioco a squadre che dà il meglio di sé quando vi partecipano orde di bambini festanti. La coda del dragone ricorda il classico acchiappa bandiera ma presenta alcune meccaniche che rendono l’attività più dinamica e coinvolgente.

Dividi i bambini in tre file indiane di uguale lunghezza: ciascun bimbo si aggrapperà alla cintura di chi gli sta davanti e non dovrà lasciare la presa per nessun motivo durante lo svolgimento del gioco: insieme formeranno il corpo del dragone.

Nella tasca posteriore dell’ultimo bimbo va infilata una bandana che rappresenta la coda del drago; il primo della fila funge da testa e deve acchiappare la corda degli altri draghi. Ciascuna fila (o dragone) deve quindi acciuffare la bandana (o coda) altrui senza lasciar afferrare la propria.

Quando la bandana viene catturata, testa e coda s’invertono e il gioco ricomincia.

Corsa con uova e cucchiaio

questa corsa è un gioco all'aperto vintage

Originaria del mondo anglosassone, questa competizione all’aria aperta sembra esser stata inventata sul finire dell’Ottocento: figura tra le attività programmate nel 1897 per festeggiare il giubileo di diamante della regina Vittoria.

La corsa con uova e cucchiaio è la regina dei giochi all’aperto del periodo di Pasqua (coinvolge le uova!) ma funziona benissimo come gioco a squadre per animare feste più mondane.

Porta con te alcuni cucchiaioni e delle uova: possono essere bollite, in plastica o di legno. Ciascun bambino sarà armato di cucchiaio e uovo o, nel caso di un gran numero di partecipanti, destina un set per ogni gruppo. Stai comunque certo: ti serviranno delle uova di ricambio!

L’obiettivo del gioco consiste nell’attraversare il traguardo tenendo in equilibrio l’uovo sul cucchiaio senza lasciarlo cadere: più facile a dirsi che a farsi. Far volare l’uovo a terra comporta una penalità che andrà scelta prima dell’inizio della gara: il giocatore può essere squalificato, bloccato per qualche secondo: comunque vada, dovrà raccogliere l’uovo e riposizionarlo sul cucchiaio d’ordinanza. La gara si può trasformare in una staffetta se i partecipanti sono numerosi: ciascun atleta dovrà completare un giro di campo e consegnare l’uovo al successivo corridore.

Sminamento e pattuglia

Tra i giochi per bambini all’aperto più diffusi in Sierra Leone, lo sminamento e pattuglia vince a mani basse.

L’invenzione di questo gioco a squadre è tutto spesso lo sminamento è un gioco a squadresommato recente, perché risale al decennio 1990-2000 quando il Fronte Unito Rivoluzionario, il Concilio delle Forze Armate Rivoluzionarie e le Forze Civili di Difesa aprirono le ostilità, decidendo bene di impiegare nel conflitto migliaia di bambini e bambine inermi.

Le regole di quest’attività all’aria aperta sono molto semplici: recluta i partecipanti dopo averne trucidato la famiglia e bruciato il villaggio. Sottoponi quindi i bambini a una routine di violenze fisiche e psicologiche che ne abbattano irreversibilmente il morale e l’equilibrio psicologico. Per aiutarti, costringili ad assumere droghe e sostanze psicotrope che allentino i freni inibitori e indottrinali con un messaggio di violenza perpetua e disperata.

A questo punto dovresti averli trasformati in sacchi di carne estremamente violenti e proni alla tua volontà. Fornisci loro un AK 47, fucile particolarmente indicato per la sua leggerezza e versatilità, e lasciali marciare attraverso un campo minato. Questo gioco non prevede vincitori.

Schiaccia palla

Gioco all’aria aperta originario delle Highland britanniche, lo schiaccia pala vedrà un solo trionfare su tutti, anche se a divertirsi saranno in molti. Si tratta di un gioco all’aperto molto adrenalinico che va tenuto sotto controllo: dato che comporta una minima percentuale di scontro fisico ti verrà probabilmente richiesto di intervenire per sedare zuffe sul nascere.

La preparazione non è rapidissima ma richiede materiali poveri: gonfia una marea di palloncini, almeno uno per partecipante. Taglia lacci di 40 cm e legane un capo ai palloncini. L’altro capo andrà annodato alla caviglia di ogni bambino.

giochi-per-bambini-all-aria-aperta-palla

A questo punto inizia la sfida: sguinzaglia i bambini in giardino e incitali a schiacciare i palloncini altrui, senza far scoppiare il proprio: perde chi vede il proprio palloncino esplodere. Ne resterà soltanto uno!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...