I benefici della corsa: il runner principiante vol. 4

antichi benefici della corsa

Non serve certo una laurea in medicina per conoscere i benefici della corsa: previene l’obesità, il diabete, aiuta a tenere sotto controllo la pressione alta e, se ciò non bastasse, solleva e rassoda i glutei tipo Bronzi di Riace che, non per niente, raffigurano due atleti dell’Antichità. Proprio Antistene, sapiente della scuola medica di Salerno, era solito ripetere ai suoi allievi:

Siate la tartaruga inseguita da Achille: correte veloci, altrimenti vi raggiunge e sono guai

Correre fa bene, però, anche per altre ragioni più sottili, tant’è che ogni anno le scrivanie degli specialisti si ricoprono di studi e ricerche che attribuiscono al running sempre nuovi effetti salutari. La corsa sembra infatti apportare benefici non solo sulla salute fisica ma anche sull’equilibrio mentale, aiutando il runner a confrontarsi con la depressione o la famigerata sindrome da burnout.

Eccoti dunque sei ragioni, supportate da ricerche scientifiche, per cui correre fa bene a corpo e mente.

La corsa schiude il sorriso

Se ti alleni in maniera regolare, lo sai già: indipendentemente da come tu possa sentirti, basta una corsettina per tirarti su di corda. Gli effetti positivi della corsa sul morale comprendono il rilascio di endocannabinoidi, e causano adattamenti neurochimici del cervello analoghi a quelli riscontrati nei tossicodipendenti: questo è quanto sostenuto in un lavoro del 2007, reperibile sul Physiological & Behavior.

il runner ha sempre il sorriso in bocca

I benefici della corsa sulla psiche sono anche più sottili e duraturi: come dimostrato in un articolo apparso su Medicine and Science in Sports and Exercise, una sessione da 30 minuti sul tapis roulant solleva lo spirito di chi soffre di disturbo depressivo.

Anche se sei semplicemente prostrato dallo stress, puoi allacciare le scarpe da running per scacciare l’ansia e tenerla lontana, migliorando la qualità del tuo sonno e la concentrazione durante la giornata: bastano appena 30 minuti di corsa a settimana per 3 settimane, come mostrato da uno studio pubblicato su Journal of Adolescent Health.

Metabolismo con gli interessi

E’ ovvio che correre fa bruciare le calorie. E’ meno noto che anche dopo aver tolto le scarpe ed essere entrati prova a pesarti dopo qualche ora per appurare i benefici della corsanella doccia, stai ancora bruciando calorie.

Il fenomeno in questione viene definito “afterburn” e sembra coinvolgere runner più e meno esperti: è sufficiente infatti tenere un ritmo appena inferiore al passo di marcia per attivare questa curiosa funzione metabolica.

Con un’oretta di corsa baldanzosa attiverai un consumo di calorie che durerà ancora per 14 ore dopo che avrai completato l’allenamento: non male come investimento!

Gambe forti e cuor contento

La vulgata vuole che la corsa danneggi le ginocchil runner vero non conosce l'artriteia e i legamenti o, nella migliore delle ipotesi, non apporti loro alcun beneficio: la scienza sembra pensarla diversamente.

Ricercatori della Boston University hanno condotto studi a lungo termine che dimostrerebbero come non vi sia particolare correlazione tra la corsa e lo sviluppo dell’artrite al ginocchio.

Al contrario, sembra che i benefici della corsa sul corpo non si limitino a toccare la forma muscolare e la prestanza cardiovascolare, ma riguardino anche lo stato della massa ossea.

Correre veloce, anche con la mente

La corsa aiuta e combatte il declino delle funzioni mentali che colpisce inevitabilmente col progredire dell’età: questo è quanto suggerisce un articolo pubblicato sul Psychonomic Bulletin & Review, in cui emerge come l’esercizio fisico regolare preservi l’attenzione e la memoria a breve termine.

l'abbattimento della senilità è uno dei benefici della corsa

Sembra infatti che individui in età avanzata, ma ancora in buona forma fisica, ottengano risultati migliori dei loro pari fuori forma se sottoposti a test mentali. I pazienti colpiti da ictus, per esempio, sembrano ricavare notevoli benefici da attività fisiche regolari, migliorando la qualità della memoria, del linguaggio e del pensiero. Correre fa bene a molteplici attività cerebrali, come riscontrato alla fine del periodo di studio, con effetti rimarchevoli su attenzione, concentrazione, capacità organizzativa e decisionale.

La corsa per la vita

A quanto pare il metodo più efficace per sfuggire all’invecchiamento a alla sua inevitabile conclusione è la corsa: anche praticando un minimo di attività fisica (30 minuti, 5 volte a settimana) vivrai più a lungo.

Una ricerca pubblicata su PLOS Medicine dimostra infatti che diverse categorie di persone hanno prolungato la propria aspettativa di vita col correre tutti i giorni, o quasi. I fumatori hanno aggiunto 4,1 anni alle loro vite, 3 anni per i non fumatori. I pazienti con disfunzioni cardiache hanno guadagnato 4,3 anni, gli ex malati di cancro vivono 5,3 anni in più.

Una vita per la corsa

I problemi fisici e mentali più seccanti derivano dal nostro rapporto col mondo esterno che, in alcune culture, sembra coincidere con quanto è chiamato “coscienza” o “vita”. La corsa, sport solitario per eccellenza, aiuta a rescindere il legame con gli aspetti dell’esistenza che potrebbero condurre allo squilibrio e, conseguentemente, al disagio.

e loro credono di essere il sale della terra

Correndo spesso e a lungo, sarai sempre più assente dai momenti importanti della tua vita: la morte di un amico, la nascita di un figlio (a meno che tu non sia la diretta interessata) – non sarai più presente a queste fasi segnanti della tua esistenza, riscattando così la tua anima di runner dai legacci che la miseria umana t’impone. Perso nella tua corsa senza meta, ti lascerai alle spalle anche gli attimi più banali – la cura dell’igiene, l’alimentazione, il sonno – sostituendo infine al te stesso vivente un guscio d’ombra, abisso inattingibile dai dilemmi quotidiani.

Correrai finalmente solo, in un mondo di sale e cenere, finché ogni assillo terreno sarà una vaga eco, finché tu stesso non diventerai vana eco.

Questo è il quarto articolo di una serie dedicata al running. Clicca qui per leggere il primo, dedicato all’attrezzatura principale del runner: la scarpa. Qui troverai invece il secondo post, che descrive quali siano i migliori esercizi preparatori alla corsa. Per scoprire quali tipo di terreno sia il più adatto alla tua forma fisica, dai un’occhiata qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...